emiari

Messaggi di emiari

“Sabato sera” di Alessandro Reali

Diego accese la sigaretta, poi lanciò il pacchetto a Leo, che stava seduto di fronte. Con la mano destra s’accarezzò la cresta, unta di gel. Col piede prese a sbattere la Nike sul pavimento in ceramica della veranda. Il bar Panama, il sabato sera, era sempre affollato. Samuele, detto Sam, il nuovo gestore, e Niki, […]

“L’ultima volta” di Mirko Giacchetti

Il filo di fumo nero contro il cielo azzurro non è un evento casuale ma un invito, una cosa del tipo: “abbiamo acceso un falò per movimentare la festa, vienici a trovare.” Da quel braccio di statale che da Casalino porta a Novara, l’oscura speranza richiama gli zombie al pascolo verso San Gaudenzio, ma attira […]

“Le note scomparse” di Massimo Tallone

Mio zio, che è un tipo bizzarro, suonava il flauto in un’orchestra. Anche il suo flauto era un tipo bizzarro, curioso come uno scoiattolo e ficcanaso come una pulce. State un po’ a sentire cosa accadde, una volta, a questo flauto. Il flauto di mio zio era molto amico dell’oboe. Una sera, poco prima che […]

“Un grido senza parole” di Roberto Mistretta

L’uomo guarda il mare. La distesa azzurra sciaborda in vortici di schiuma, il sole cala incendiando l’orizzonte. L’uomo si sofferma ad ammirare il tramonto rosato. La fitta acuta lo colpisce senza preavviso. Ricordi nitidi, crudi, sassate per l’anima. Sono trascorsi sette anni. Da quel giorno maledetto ha giurato che mai più parlerà ad essere umano. […]

“Jack” di Marvin Menini

Si era beccato cinque anni per omicidio colposo. Solita lite con la moglie, una delle tante. E poi quella frase, “sei un inetto, sei un fallito, mi fai schifo” e la spinta. Loredana aveva sbattuto la testa, uno schiocco secco come un’anguria che cade dal quarto piano. Adesso, era tutto finito. L’aria del mattino sapeva […]

“La cantina di Via San Procolo” di Roberto Carboni

La Cantina di via San Procolo sprofondava per diciassette gradini fin giù nello stomaco di Bologna. E standoci dentro, godendoti il sogno di non essere ancora nato, la sentivi vivere. Il pulsare, vecchio e saggio di una città che non c’era più, anche se si poteva ancora percepirne il respiro e i pensieri di tutti […]

“I fuochi alle spalle” di Sonia Sacrato

Pooch minuti al nuovo anno. Qui su fa un freddo cane, e per quanto mi stringa nel cappotto non riesco a smettere di tremare. Lo so, non è soltanto il freddo. Affondo il viso nella sciarpa e respiro a fondo. Pensavo mi sarei sentita meglio, sai? Invece no. Mi manchi comunque, mi manchi da morire. […]

”Benedetto il sedicesimo” di Rino Casazza

  Zero – Ah! Così sei appassionato di Montale!- disse Margherita. Paolo non fece in tempo a rispondere. Proprio in quel momento il cameriere avanzò tra i tavoli, esclamando tutto emozionato: ” E’ il tedesco!” Paolo, interdetto, si volse verso di lui, distogliendo malvolentieri lo sguardo dal viso di Margherita. Aveva occhi che catturavano, più […]

“Buoni da mangiare” di Mirko Giacchetti

Osservo la fila di lampioni nella notte, riesco a contarne ventuno prima che un’altra puttana bussi al finestrino. È la terza nel giro di cinque minuti, ma questo è il Mirabello, meglio noto come l’Onu del sesso. Per la strada trovi nigeriane, slave e qualche italiana, negli appartamenti ci sono tutte le altre nazionalità; se […]

“La ragazza che suonava l’arpa“ di Simone Togneri

Luce azzurra sul fondo, piccoli occhi di bue ad illuminare la scena. Quattro file di musicisti disposti in ordine su gradinate semicircolari. Legni al centro, archi ai lati, ottoni dietro. In alto a destra, a dominare l’orchestra, la massa scura delle percussioni e a sinistra la sagoma leggera e sinuosa dell’arpa. E, contro lo sfondo […]