emiari

Messaggi di emiari

“Tutti hanno bisogno di qualcuno in cui credere” di Lucio Libretti

“Tutti hanno bisogno di qualcuno in cui credere” di Lucio Libretti

    Il vecchio, nascosto nel fiordo, vide una barca raggiungere la sua isola, era già la sesta quell’anno. Con fare pensieroso osservò due ragazzi scendere e, quando furono scomparsi fra gli alberi, si addentrò a sua volta nei meandri del bosco. Sapeva dove si sarebbero diretti: tutti capitavano nella stessa radura vicino alla costa […]

“The paranormal house” by Tommaso Civardi

    Since the Phantom Busters started their career consisting in capturing ghosts, they never received a call which says that there is a ghost in a person’s house until just before they wanted to give up with their job. The  news  on tv  talked about an abandoned two-storey house explored by someone that never […]

“Scacco inesorabile” di Massimo Messa

  Sorgeva l’alba di un giorno d’inverno quando l’uomo entrò in una vecchia osteria, seguito da sei donne, tutte in evidente stato di gravidanza. L’oste guardò con occhi già stanchi e arrossati l’insolita compagnia. “Tutte incinte” pensò. E, invano, cercò di carpire il volto dell’uomo, nascosto, com’era, dal cappuccio di un nero mantello e si […]

“Ombre a Trieste” di Davide G. Zardo

Il locale era piccolo e buio, e oltre che di alcool sapeva di fumo e musica jazz. La barista, che quando entrai stava pulendo un bicchiere con uno straccio, sembrava un angelo sorridente, con l’aureola dorata di una lampada gialla intorno ai lunghi capelli biondi, quasi rossicci. ‹‹Sto cercando un’ombra.››, le dissi, avvicinandomi al bancone […]

“La ferita” di Roberta Braghelli

    Era stato un boato, come un urlo straziante, poi in un tempo infinito la scossa violenta e la casa tremava come impazzita, in preda ad uno spasmo furioso. Margherita aveva capito in un secondo cos’era. Dormivano tutti tranquilli dopo una lunga giornata passata a passeggiare spensieratamente per le vie del paese d’infanzia in […]

“Tutto incominciò il giorno in cui trovai quello strano oggetto” di Riccardo Piana

Tutto incominciò il giorno in cui trovai quello strano oggetto. Ero seduto sul divano di pelle bianca, che era soffice come la neve. Mi trovavo nell’enorme salone di casa mia in montagna. Erano le sedici e trenta quando notai un luccichio sotto il camino. Mi avvicinai, era una sfera di cristallo, pulita come il mare […]

“CLIC” di Alessandro Reali

  La stanza è piccola. I termosifoni scottano. Fuori nevica. Le sedie sono occupate dai membri del direttivo e, nonostante sia vietato, molti fumano. Alle spalle di Attilio Ricchiuti, che presiede la riunione, una foto sbiadita del Quarto Stato, di Pelizza da Volpedo: nobile sintesi delle nostre lotte, delle illusioni, delle utopie. Più in basso […]

"Olinto!" di Maria Masella

Mercoledì — alba Al suono della sveglia l’uomo si alza. Ha dormirò: certo; è turnista da una vita, ormai dorme a comando; così ha dormito, ma è più stanco di prima. Davanti allo specchio del bagno si passa una mano sulle guance: no, di radersi non vale la pena. E poi non è più come […]

"Occasione" di Mirko Giacchetti

    Non capisci davvero il significato della parola “coglione”, almeno sino a quando un’ottuagenaria non ti punta addosso la tua pistola. Quella con cui minacciavi tutti i presenti e che doveva essere il tuo passe-partout per la felicità contata a migliaia in simpatiche banconote. Eppure, a preoccuparmi non è la nuova definizione con cui […]

"Amori pericolosi" di Maria Teresa Valle

  È tutto il giorno che non penso ad altro. Una pulsione istintiva, un’urgenza mi spinge a cercarla. È qualche cosa dentro di me e anche fuori di me, che mi guida a lei. Non sapevo la strada eppure sono arrivato. Non sapevo il suo odore eppure l’ho riconosciuta. Non avevo memoria del suo aspetto […]