emiari

Messaggi di emiari

“Sono io che l’ho voluto” di Cynthia Collu

Se è vero che ogni famiglia infelice lo è a suo modo, la famiglia di Miriam si potrebbe definire “normalmente” infelice: qualche discussione, la scontentezza del marito per la mancanza di entrate che gli permetterebbero una vita migliore, a volte delle litigate furibonde e qualche insulto di troppo; ma sempre, dopo, la sospirata riappacificazione, la […]

Cynthia Collu

Cynthia Collu è nata a Milano, dove vive e lavora. Ha insegnato francese presso un Istituto professionale per quindici anni. Nel frattempo ha frequentato l’Accademia di Brera e ha aperto uno studio di pittura ed esposto in mostre personali e collettive. Si è occupata anche di teatro, frequentando il corso di Claudio Orlandini, direttore artistico […]

“Su Biccu” di Cynthia Collu

Questo racconto ha vinto il Premio Castelfiirentino 2008. Papà indossa il completo in lana di Tasmania che gli ha regalato la mamma, il suo preferito. Gli va un po’ largo e il collo magro e scuro spicca nel bianco della camicia. Accanto a lui ci sono due vecchi. L’uomo è l’icona di Babbo Natale, le […]

“Lago di sangue” di Paola Varalli

Entrando in casa dopo le vacanze mi accorsi subito che qualcosa non andava. Cioè… intendiamoci, la porta blindata era chiusa bene e non c’erano segni di scasso, eppure avevo la precisa sensazione che non fosse tutto a posto. Nel piccolo ingresso le cose parevano normali, le chiavi in ordine nell’armadietto dipinto di rosso, le ciabatte […]

“L’immagine riflessa” di Alessio Piras

Luca vomita e si contorce dal dolore. Aveva esagerato con quella roba. Ma non ne poteva fare a meno. Da quando aveva iniziato con la cura sentiva dolori insopportabili in tutto il corpo. E allora il dottor Riccio gli aveva consigliato un antidolorifico tra i più potenti in commercio. -Prendi questo. Ma con parsimonia-, gli […]

“Una notte qualsiasi” di Roberto Mistretta

  E’ notte fonda. L’ultimo tram è passato da un pezzo. La città dorme accovacciata tra pieghe di trapunte a scaldare passioni sopite. E’ l’ora della trasgressione. L’ora che delimita quello spazio sospeso che precede l’alba, quando la vita torna a divorare le esistenze con la sua facciata di rispettabilità. Corse affannate e appuntamenti. Caos […]

“Un quadretto di zucchero” di Fabrizio Borgio

La malinconia della domenica sera possedeva lo stesso inganno della luce dei tramonti d’ottobre, abbagliava fino alle lacrime pur allungando sulla terra le ombre più scure. Identico moto aveva spinto Giorgio Martinengo a mettersi di buona lena, con quel passo da collina che generazioni di contadini avevano sviluppato per arrampicarsi sulle coste ripide e scollinare […]

“I pensieri di Jo, lo storpio” di Laura Veroni

I Il mio nome è Jonathan, Jo, per gli amici, ma per tutti sono “lo storpio”. Colpa della mia gamba destra, dieci centimetri più corta dell’altra. No, non si è trattato di un incidente. Sono nato così, per questo mia madre non mi ha voluto, mi hanno detto. Non ho mai creduto a questa storia […]

“Le due parti della medaglia” di Massimo Messa

Il mercatino dell’antiquariato meritava una piccola esplorazione. Tra le strade di Castelleone c’era profumo di passato, c’erano collezionisti e curiosi in cerca di cimeli d’epoca. Si potevano trovare oggetti vintage, ma anche gadget moderni e originali. Una vera caccia al tesoro che raccontasse di un periodo ormai andato o di un presente di tendenza. “La […]

“Il trumò” di Alessio Piras

Trumò: s.m. – Adattamento ital. del fr. trumeau, tipo di mobile soprattutto diffuso nel sec. 18°, costituito da un cassettone con una parte superiore alta, chiusa generalm. da due sportelli, spesso a vetri o a specchi, e un piano ribaltabile a metà, all’interno del quale si trovano nicchie e cassettini. (fonte: Dizionario Treccani) Quanti e […]